Follow us on FacebookFollow Narconon on TwitterFollow Narconon FeedContact Us
(+39) 023658 9162

Richiesta di Aiuto

I Narconon Miracles


Narconon Miracles on the ice

I Narconon Miracles sono una squadra composta da un gruppo di giocatori professionali e semi professionali di hockey che raccolgono fondi per il programma di educazione sulle droghe del Narconon.

I loro sfidanti sono generalmente squadre appartenenti a selezionate organizzazioni benefiche che s’indirizzano a problemi sociali. Dato che sono poche le organizzazioni di questo tipo che hanno una squadra di hockey, i Narconon Miracles si coordinano con altre squadre sfidanti affinche\’ giochino a nome dell’organizzazione selezionata.

Alcuni dei beneficiari sono stati in passato il Dipartimento di Polizia di Los Angeles, il MADD (Mothers Against Drunk Driving, ossia l’Associazione delle madri contro la guida in stato d’ubriachezza), Il corpo dei Marines degli Stati Uniti e il Veteran\’s Esteem Group.

Il Narconon Miracles è un gruppo di persone che crea miracoli, portando avanti gli obiettivi dell’umanità. Essi lavorano come volontari per liberare i nostri figli da un futuro fatto di alcool, droghe and sogni infranti.

 


I Narconon Miracles tornano sul ghiaccio!

I Narconon Miracles contro i Los Angeles Kings Alumni

Los Angeles News: I Narconon Miracles hanno fatto ritorno il 5 agosto 2007 sul ghiaccio dell’arena del Glacial Gardens per il quarto incontro contro i L.A. Kings Alumni.

Il risultato finale è stato: Kings Alumni 9, Narconon Miracles 4. Ma il punto non è stato chi avesse vinto, bensì il fatto che si sia promulgato il messaggio che i giovani possono oggi prendere la decisione giusta e non cadere nella spirale della tossicodipendenza.

Daryl Evans, uno dei giocatori, è ben conosciuto come colorito radio commentatore di notizie degli L.A. Kings. Egli è anche molto attivo nella comunità insegnando hockey ai ragazzi e promuovendo loro i valori di un buono spirito sportivo.

In un’intervista dopo la partita, Daryl ha dichiarato: “Senza tener conto se si coinvolti in un’attività sportiva o meno, bisogna dire no alla droga. I giovani oggi hanno così tanto a cui vengono esposti ad un’età così giovane. Noi siamo atleti professionisti e possiamo giocare un ruolo importante nella direzione che essi possono prendere nel corso degli anni più cruciali, durante l’adolescenza. Qualsiasi cosa si possa fare per aiutarli, come continuare a dire no alla droga, è un modo in più di far arrivare questo messaggio a ogni ragazzo. È un gioco in cui tutti vincono.”

Il Deputy Sheriff Robert Carangi, che dirige il programma sponsorizzato dalla Contea di Los Angeles VIDA (Vital Intervention Directional Alternatives) per aiutare i giovani a rischio, venne a sapere della partita di hockey game tramite il sito internet degli L.A. Kings. Aveva già pensato all’idea di interessare i suoi ragazzi al gioco dell’hockey, riconoscendo che la maggior parte di essi non avevano mai assistito a una partita di hockey!

Così, andò alla partita dove gli fu possibile incontrare lo staff del Narconon® e conoscere di più sulle loro attività, specialmente sui programmi di educazione sulle droghe, di addestramento per i leader degli studenti che aiutano i ragazzi ad aiutare sé stessi e altri a condurre una vita etica e produttiva.’,
‘extra’ => ‘

Miracles with local kids